GESUITI noviziato
Noviziato della Provincia Euro-Mediterranea della Compagnia di Gesù
iten
facebookTwitterGoogle+
http://www.lachiavedisophia.com/wp-content/uploads/2016/10/A-Regine-Olsen_La-chiave-di-Sophia-e1478637754940-w855h425.jpg

http://www.lachiavedisophia.com/wp-content/uploads/2016/10/A-Regine-Olsen_La-chiave-di-Sophia-e1478637754940-w855h425.jpg

http://www.lachiavedisophia.com/wp-content/uploads/2016/10/A-Regine-Olsen_La-ch

Info

Lettera per la partenza

21 Set 2018

Già, partenza.

Si parte ogni volta che si chiude un percorso per iniziarne un altro.

A pensarci bene, è da quando siamo stati concepiti che partiamo. Tante tappe. Nessuna conclusiva.

Ogni tanto fa bene girarsi indietro a guardarle. Soprattutto per capire cosa vogliamo portarci dietro nel nostro zaino di viandanti/pellegrini.

Bisogna che sia leggero. Bisogna che abbia ancora spazio dentro per accogliere cosa nuove.

E così καταρτίζομεν: allestiamo la nostra nave, rattoppiamo le nostre reti… Sì, navigare e camminare sono naturalmente affini…

Cosa portarci via dalle nostre lezioni di greco?

Non posso sapere cosa ne conserverà ciascuno di voi. So comunque cosa tengo io. Io, che forse sembro non partire… e invece ogni volta che comincio con un gruppo nuovo, anche io “parto”.

Nel mio zaino c’è la bellezza del comunicare: ormai lo so che è solo ascoltando insieme la parola che nascono lampi di comprensione più profonda.

C’è l’amore per la parola che sempre desidero ascoltare.

C’è il ricordo: “partire è un po’ morire” si usa dire; è vero, perché ci si separa; ma ricordare è ritornare nel cuore (cor, cordis in latino è il cuore); e il cuore ce lo portiamo sempre dietro.

Mi chiedete cosa vi auguro.

Bé, è già tutto qui…

In una taschina laterale del vostro zaino infilo tutto l’affetto e la stima che ho per voi.

– Umba

 

(Una lettera di Umberta Parodi – professoressa di greco del noviziato – ad Andrei, Cornel, Giacomo, Janez e Piero)

Vamos a España

08 Mag 2021

Il 9 maggio i novizi del secondo anno con il padre maestro partono per Manresa, località vicina a Barcello1na. Là S. Ignazio ha vissuto per quasi un anno, poco dopo la sua conversione. Le sue esperienze lì hanno formato lui e la Compagnia di Gesù. A Manresa incontreremo i novizi portoghesi e spagnoli, e seguiremo con loro un corso sul diario spirituale di S. Ignazio.

A ognuno di noi abbiamo posto la domanda: “Che aspettative hai per il nostro viaggio in Spagna?”. Ecco le nostre risposte:

Gellert: Negli ultimi anni ho cominciato a leggere diari di diverse persone. Spesso mi toccano molto. È affascinante e qualche volta anche un po’ imbarazzante incontrare qualcuno in questo modo. Anche per questo motivo nutro una grande curiosità verso il diario di S. Ignazio. Spero di “incontrarlo” attraverso quello che ha scritto, ma anche attraverso il luogo e le persone con cui condivideremo l’esperienza.

Pasquale: Un aspetto che mi ha colpito molto degli anni di noviziato e della prima formazione è l’internazionalità della Compagnia. Un grosso desiderio che ho maturato per questo viaggio è la conoscenza di novizi da più parti d’Europa. Condividere con loro la lettura del diario spirituale, ci unirà nel carisma della Compagnia e nella fraternità in Cristo che ci caratterizza.

Daniel T: Ritornare alle radici è sempre una cosa importante. Adesso che noi per una settimana saremo nello stesso posto dove Ignazio ha fatto il suo “noviziato” mi aspetto di incontrare e gustare qualcosa di ciò che anche lui sperimentò 500 anni fa.

Daniel N: Non sono mai stato a Manresa, e sono molto contento di andarci proprio ora. Arriviamo solo un mese dopo che p. Marko Rupnik e la sua equipe hanno finito una serie di mosaici nel santuario de la Cueva. Amo tantissimo le opere di p. Rupnik, e mi aspetto molto dalla visita.

Guglielmo: “Mio desiderio è fare comunione con i gesuiti che incontreremo e conoscere meglio Ignazio e, attraverso di lui, Gesù, nostro modello e amico.”

Raul: Sono entusiasta. È la prima volta che vado in Spagna. La cultura spagnola mi affascina e sono desideroso di conoscerla di più. In quanto pellegrinaggio ignaziano sono infervorato nell’andare nei luoghi in cui si è formato il carattere di S. Ignazio. Credo che questo corso e la visita nei luoghi di provenienza, mi aiuterà a conoscere meglio S. Ignazio e la sua spiritualità e mi permetterà di contemplare le sue esperienze.

2021-05-08

Commenti

Lascia un commento
Chiudi notifica

Gesuitinetwork - Normativa Cookies

I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies del nostro sito. Qui trovi maggiori informazioni