GESUITI noviziato
Noviziato della Provincia Euro-Mediterranea della Compagnia di Gesù
iten
facebookTwitterGoogle+

Sviluppo personale

16 Gen 2021

Come ben sappiamo lo sviluppo personale di un individuo avviene nel corso dell’intera vita, con alcuni momenti più intensi, più veloci e altri più lenti. Nel percorso di un gesuita si ritrova anche questo ritmo, ma con un ordine un po’ diverso e determinato da alcune decisioni da prendere.

Quando parliamo del percorso di un novizio, la decisione principale è se fare o meno i voti religiosi di povertà, castità e obbedienza per seguire il Signore in questa strada. Se pensiamo a queste promesse quali scelte per tutta la vita ne possiamo comprendere la serietà. Come ogni altra scelta di vita anche questa richiede massimo impegno e consapevolezza considerata la sua importanza e, per raggiungerli, c’è bisogno di una certa evoluzione. In questo senso il cammino del noviziato offre la possibilità di conoscere la dimensione dei voti religiosi, i quali suscitano un intero cammino di crescita e di maturazione personale. Questa crescita che si orienta nei due anni di noviziato è segnata da attività e tempi opportuni che accompagnano il novizio nel segno della spiritualità ignaziana. La scoperta e la costruzione del capitale umano e il suo potenziale andrà poi verificato e adattato alla scelta fatta.

A questi fatti trovo collegata l’affermazione di Sant’Ignazio che è la sintesi degli esercizi spirituali: «una persona tanto più progredirà in tutte le cose spirituali, quanto più uscirà dal suo proprio amore, volere e interesse» (ES 189). Che sottolinea l’importanza di una crescita spirituale, strettamente associata a quella umana, fondamentale per il proseguimento di un percorso e per altre scelte ulteriori.

Mi sento grato per questa opportunità di crescita così intensa che ci è stata data nel noviziato. Tutto grazie alle persone esperimentate nel accompagnamento e ad un progetto con attività e i tempi che permettono questo.

2021-01-02 Raul Ciocani – novizio del secondo anno.

Si comincia!

20 Ott 2021

Al termine di un ritiro spirituale di tre giorni, lunedì 18 ottobre 2021, durante la celebrazione eucaristica comunitaria, sono entrati in seconda probazione i novizi del primo anno. E’ stato un momento semplice ma ricco di significato che ha segnato la fine della cosiddetta prima probazione: nella mente di s. Ignazio la prima probazione è un breve tempo di “prova” che si colloca all’inizio del percorso di formazione nella Compagnia e che aiuta a verificare la scelta; con la seconda probazione, invece, comincia un tempo piuttosto lungo di vera e propria formazione e che abbraccia i due anni di noviziato per proseguire con le tappe successive di studio e di servizio. Il primo anno è così composto: dalla provincia ungherese Benedek Rácz, Pál Füszfás, Miklós Forián-Szabó, József Fulajtár; dalla provincia euro-mediterranea Giacomo Mottola, Alessandro Di Mauro e Nicolò Lorenzetto. Buon inizio e buon cammino!

20 – 10 – 2021