GESUITI noviziato
Sito ufficiale del noviziato italiano della Compagnia di Gesù
iten
facebookTwitterGoogle+

Cos’è il noviziato

Il noviziato, oltre che un luogo, è il tempo nel quale coloro che si sentono chiamati a seguire le orme di Cristo nella Compagnia di Gesù, hanno l’opportunità di verificare tale chiamata. In particolare, si tratta di due anni, durante i quali la vita di preghiera, la vita comunitaria e le varie esperienze di servizio pastorale e apostolico, aiutano il novizio ad approfondire cosa significa donare la propria vita per gli altri, così come Gesù Cristo ha fatto nella sua esistenza terrena.
La priorità assoluta è data alla costruzione di una relazione personale con Gesù. Gli Esercizi Spirituali costituiscono l’esperienza principale e fondante di questa relazione, che nasce dall’amore di Cristo per tutti e per ciascuno in particolare. Il novizio si scopre peccatore amato; si immerge nella meditazione/contemplazione della vita di Gesù, della sua Passione, morte e resurrezione e si prepara a crescere nella capacità di trovare la presenza di Dio nella realtà quotidiana. Un tale itinerario aiuta, al tempo stesso, una maggior conoscenza di se stessi, delle aspirazioni, dei desideri, dei talenti personali; ma anche dei limiti o blocchi, che impediscono di dire un “sì” pieno al dono di sé.
Unitamente alla vita di preghiera, nel corso dei due anni i novizi sono introdotti alla conoscenza del carisma e del modo di procedere della Compagnia, attraverso la lettura dei documenti fondativi: L’Autobiografia di S. Ignazio, le Costituzioni, le Norme Complementari e le Congregazioni Generali. Unitamente a questo, sono previsti corsi e laboratori, che aiutano ad approfondire alcuni nuclei centrali della nostra spiritualità e tematiche trasversali, nonché momenti di rilettura periodica delle esperienze vissute nella vita comune e apostolica.
Non si possono dimenticare altri due importanti aspetti: il contatto coi poveri e la dimensione ecclesiale. Il contatto e la vicinanza con varie realtà di povertà ed emarginazione, aiuta il novizio a far crescere l’amore preferenziale per i poveri, che la stessa Scrittura e Gesù con la vita, ci indicano come amici particolari di Dio.

La missione della Compagnia è inserita nella più grande missione della Chiesa nel mondo. Dunque è importante che il novizio venga guidato ad accogliere e amare la Chiesa reale e concreta, a sentirsi parte di essa e collaboratore dell’opera di evangelizzazione nell’odierna società umana.
La vita comunitaria quotidiana, un impegno apostolico (collaborazione con parrocchie; gruppi dei movimenti di ispirazione ignaziana; opere sociali) e i cosiddetti esperimenti, completano il quadro formativo.

Il cammino dei novizi è accompagnato dal maestro, il quale rappresenta la Compagnia che si prende cura, a vari livelli, di quanti muovono i primi passi: vita di preghiera; ascolto; formazione al discernimento; attenzione al cammino personale di ciascuno e a quello comunitario; formazione alla disponibilità, come attitudine a rispondere con generosità a quanto viene richiesto e alle future missioni.
Accanto al maestro c’è il socio (o vice), che lo coadiuva nella formazione dei novizi. La comunità di formazione può poi prevedere altre figure, quali Fratelli o altri padri, che contribuiscano ad offrire ai novizi una testimonianza di vita, del carisma e del modo di procedere della Compagnia.

Chiudi notifica

Gesuitinetwork - Normativa Cookies

I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies del nostro sito. Qui trovi maggiori informazioni